Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 2009 _ Tempo Ordinario _Anno B Omelia Domenica 4 ottobre 2009 - 27^ T.O. - Il Matrimonio
Omelia Domenica 4 ottobre 2009 - 27^ T.O. - Il Matrimonio

 

 

nº 854
Omelia 27º Domernica Tempo ordinario
(04.10.09)
P. Luiz Carlos de Oliveira
Redentorista

 

Un Dio che insegna ad amare

 

Dio fece la donna

 I testi della Creazione del mondo, dell’uomo e della donna presentano un insegnamento così grande che ci vorrebbe molto più di una semplice riflessione. Gesù, nel vangelo, discute con i farisei sulla questione del divorzio. Insegna che del matrimonio si parla già a partire dalla Creazione . Un dato importante che si deve leggere nel racconto della creazione è la differenza tra l’uomo -  la donna e le altre creature. La donna non è come gli altri animali ai quali l’uomo ha dato il nome in segno di possesso. Nel dire che “è osso delle mie ossa e carne della mia carne” (Gn 2, 23), insegna l’uguaglianza tra i due. Nella storia del mondo la donna è stata quasi sempre oggetto. Nella Parola di Dio, non c’è un senso di possesso e di dominio, ma di unione. “Per questo l’uomo lascera la casa di suo padre e di sua madre e si unirà alla sua donna, e i due  saranno una carne sola” (Gen 2,24) . Percepiamo uno slegamento della famiglia per costruire un’altra unione. C’è un segreto profondo nella creazione: Adamo non sà come fu fatta Eva. Neppure lei ha visto Dio fare l’uomo. Ciascuno è per l’altro un mistero da accogliere e  dipanare. L’essere umano è opera delle mani di Dio. Nessuno è al di sopra dell’altro. Ciascuno è un dono di Dio da accogliere e conoscere. La vera conoscenza si dà solo nella mutua comunione. Comunione è consegnarsi e accogliere. Sant’Agostino commenta che Dio non ha fatto la donna  da un osso della testa, affinchè ella non si considerasse superiore,  non dal piede perchè ella non lo soggiogasse, ma dalla costola, dal lato del sentimento, del cuore (è la stessa parola di costola), perchè costruissero una vita a due nell'unità. C’è un principio di uguaglianza. Per noi questo non è un problema, ma per il tempo si. La Chiesa ha iniziato la liberazione della donna. L’uomo viveva nella solitudine. Con la donna, si libera per la comunione della persona nella complementarietà.

 
 

Perchè non divorziare ?

 

I Farisei giustificavano il divorzio a partire da un permesso di Mosè. Gesù dice che ciò fu  a causa della durezza dei loro cuori,  ma è una incomprensione del progetto di Dio. Si vince la durezza del cuore, accogliendo il Regno di Dio come un bambino (Mc 10,15), che non ha ostacoli nel cuore. Gesù si appoggia sulla creazione fatta da Dio. La ragione fondamentale non è perchè Dio non vuole, ma perchè il matrimonio si realizza in Dio. Questa è la volontà di Dio che era alla base del racconto della creazione. Essere una sola carne non è una unione superficiale. Come, in ebraico (bassar -בַסַר), significa la totalità della persona, non solo la carne materiale. I due saranno una sola carne significa che formeranno un nuovo essere spirituale che unisce le due persone. C’è una relazione con l'Unità della Trinità. Tre persone e un solo Dio. L'infedeltà nel matrimonio non è solo l’adulterio, ma stà nella dissoluzione dei legami divini dell’unione spirituale. Ciò che Dio ha unito  l’uomo non separi! La ragione è Dio.

 

Forza della comunione nel matrimonio

 

Dio crea un rimedio per la solitudine poichè non voleva che l’uomo restasse solo. Il matrimonio non si fonada sulla coppia ma in Dio che resta fedele in ogni coppia, poichè ci si sposa in Dio affinchè egli continui nel mondo l’opera del suo amore fedele. La forza del matrimonio stà nel desiderio e nella volontà  permenente di comunione. La relazione fisica è immagine dell’unione dell’anima che si realizza nella coppia.  Ciò che sostiene la carne nel matrimonio è la mutua unione in Cristo. L’unione a Cristo rende divini gli atti umani. La Comunione Sacramentale rinforza l’unione della coppia che è continuazione dell’unione con Cristo.

 

Letture: Genesi 2,18-24; Salmo 12; Ebrei 2,9-11; Marco 10, 2-16

 

 

 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner