Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 2010_ Natale _ Anno A Omelia Seconda Domenica Avvento 2010
Omelia Seconda Domenica Avvento 2010
 

L’accoglienza instaurerà la comunione che salva il mondo


n. 976
Omelia  2^ Domenica  Avvento
5.12-2010
p. Luiz Carlos de Oliveira
Redentorista

 

Giovanni la voce che grida

Il Regno di Dio è vicino

 La grandiosa personalità del profeta Giovanni Battista domina il tempo di Avvento di quest’anno. E’ stato l’ultimo profeta dell’Antico testamento ed è colui che apre le porte al Nuovo. E’ austero, è vissuto nel deserto ed è maturato in Dio. Egli era sacerdote, perché suo padre era di famiglia sacerdotale, ma non lo esercitò perché scelse di essere profeta. È cresciuto nel deserto selvaggio fino all’inizio della sua missione, come il popolo che dopo 40 anni di deserto è potuto entrare nella terra promessa. Egli sa che la sua missione è preparare la venuta del Messia. Per questo predica la conversione: “Convertitevi perché il Regno di Dio è vicino” (Mt3, 1-12). Gesù inizia la sua predicazione quasi con le stesse parole: “Il tempo è compiuto e il Regno di Dio è vicino. Convertitevi e credete nel Vangelo” (Mc 1,15). Questa conversione deve essere radicale, come un’ascia posta alla radice dell’albero. Se l'albero non dà frutto  sarà tagliato e bruciato (10). Disporsi alla conversione è prepararsi ad accogliere Colui che battezzerà con lo Spirito Santo e fuoco (11), come avviene a Pentecoste. È purificazione e vita. Con la predicazione della conversione inizia la preparazione alla venuta del Messia e ci si apre al Regno che si approssima. Giovanni grida perché ci convertiamo e produciamo frutti affinché il Regno di Dio si stabilisca dentro di noi. Per questo preghiamo Dio: “che il nostro impegno nel mondo non ci ostacoli nel cammino verso il tuo Figlio, ma la sapienza che viene dal cielo ci guidi alla comunione con il Cristo, nostro Salvatore” (colletta). Nella sua venuta, Gesù ha confermato le promesse di Dio per i giudei e ha usato misericordia con i pagani (Rm 15, 8). Giovanni è un profeta sempre attuale e modello di coloro che si dedicano all’annuncio del Regno. Giovanni aveva vigore perché  la sua conversione a Dio era risoluta e totale.

 

Accoglietevi

 Convertirsi è accogliere l’altro, come scrive Paolo: “Accoglietevi gli uni gli altri come Cristo accolse voi, per la gloria di Dio” (Rm 15,7). La proposta della conversione è di accogliere Colui che fu promesso: Gesù, che è venuto pieno dello Spirito del Signore per annunciare la Parola e proclamare la giustizia (Is 11,14). La giustizia proclama la presenza  dell’era messianica che porterà a una riconciliazione universale. Il profeta ha una proposta immensa: Pace tra gli animali, pace tra le persone e gli animali, come l’agnello con il lupo, e il fanciullo con il serpente (6-8). L’accoglienza instaurerà la comunione che salva il mondo. Per questo occorre una conversione consistente, che modifichi la faccia del mondo. Con lo Spirito che è stato dato a Gesù, è possibile attuare il cambiamento.

 

Fiorirà la giustizia

 In ogni Natale sogniamo che la venuta del Salvatore realizzerà  questa trasformazione universale, come annunciò il profeta Isaia. Però dobbiamo realizzare la conversione e il mutamento di mentalità e di comportamenti come predica Giovanni. Non basta essere cristiano di nome, come si giustificavano i farisei: “Abbiamo Abramo per padre”. È necessario produrre frutti di conversione (Mt 3,9). Speriamo in un cambiamento radicale nel mondo. Non si fa niente per realizzarlo? Compete  a coloro che vogliono preparare il cammino del Signore. Così preghiamo: “o Dio insegnaci a valutare con sapienza i beni della terra, nella continua ricerca dei beni del cielo” (dopo comunione). In ogni liturgia possiamo creare quell’ambiente che ci insegni a vivere nel mondo che Dio ci dà. L’Eucaristia è propizia per la conversione ed è una scuola di accoglienza di Gesù e dei fratelli.

 

Letture: Isaia 11, 1-10; Salmo 71; Romani 15, 4-9;
Vangelo: Matteo 3, 1-12

 

 


 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner