Omelia 15^ Dom:T.O. -14.7.2013



I Comandamenti non sono difficili né furono dati per far soffrire la gente, ma per amore. La parabola insegna che amiamo Dio e abbiamo compassione quando l’amore  dal sentimento passa alla realtà


n. 1248
Omelia 15^ Dom. T.O.
14.7.2013
pe. Luis Carlos de Oliveira


Vai e fai anche tu lo stesso

L’amore si misura

Quelli che provocarono Gesù, domandando quale era il primo dei comandamenti, hanno fatto una domanda centrale nella fede.  Gesù non risponde con una teoria, ma con il suo modo di essere ed agire, usando la magnifica parabola del buon samaritano. Se questo era  il buon samaritano, quale era il male? I samaritani hanno una storia molto antica. Più di 1000 anni  prima di Cristo, il popolo d’Israele era diviso in 12 Tribù. Furono poi unificate sotto Saul e David. Nell’anno 930, alla morte di Salomone, 10 Tribù del nord, si separano e crearono il Regno di Israele con capitale Samaria. Nell’anno 722 furono dominati dagli assiri, la popolazione fu deportata e, al suo posto, furono collocati i popoli pagani che mescolavano paganesimo e giudaismo. I samaritani, pertanto, erano considerati come eretici. Attualmente ce ne sono circa 200 che rendono culto a Dio sempre sul monte Garizim.  Accettano solo i primi 5 libri della Bibbia. Per questa mescolanza  che c’era con i pagani, erano  considerati cattivi dai giudei. Nel rispondere sul maggiore comandamento, Gesù presenta una parabola dove racconta che un uomo fu attacato e ferito, derubato e abbandonato. Pessò un sacerdote, lo vide e passò oltre. Passò un levita, gente legata al tempio. Vide e  passo oltre. Venne il samaritano (che era considerato cattivo dai giudei), vide, si fermò, ebbe compassione, si prese cura del ferito, lo portò  in una locanda e lasciò del denaro affinchè venisse curato fino alla guarigione. Chi è il prossimo dell’uomo ferito? “E’ colui che ebbe compassione”, rispose l’uomo che lo interrogava. Gesù completa: “Vai e fa anche tu lo stesso”! Gesù insegna che siamo prossimo dei bisognosi. Non esiste amore che non sia fino alla fine, come ha fatto Gesù che ci ha amato fino all’estremo dell’amore. Egli è il buon samaritano. Egli è immagine del Dio invisibile! In Lui risiede la pienezza di ogni bene. Egli nella sua pienezza, insegna la pienezza dell’amore.

Il comandamento più facile

Dio stesso ci ha detto chiaramente che i suoi comandamenti non sono difficili e che tutti possono realizzarli. Dio non dà comandamenti per far soffrire le persone ma per promuovere ciò che c’è di meglio dentro di esse e questo è l’amore a Dio e al prossimo. Per questo, la parabola dice che l'amare Dio, che l’essere buono, che l’avere compassione sono veri, quando lo facciamo per i bisognosi. L’amore non si riduce a un sentimento, ma è un sentimento che passa alla realtà. La fede non sarà mai vera se non si trasforma in amore, e questo dà la certezza di vita eterna. Gesù è il buon samaritano, si è abbassato  sulla creatura umana ferita, l’ha lavata con il suo sangue, e l’ha condotta alla salvezza. Carità è  prendersi cura delle persone, per la mancanza di questa conseguenza, la religione perde tutto il suo carattere di testimonianza. I bisognosi sono i tanti sofferenti della nostra società.

Facendo la differenza

La Chiesa Cattolica è l’istituzione che ha fatto le maggiori azioni caritatevoli per il mondo. Sappiamo che i santi della Chiesa sono quelli che si sono dedicati ai bisognosi. Corriamo il rischio di appoggiare la nostra fede nelle devozioni, liturgie fuori della realtà del popolo, dottrine che sono buone, ma che non portano alla vita reale. Viviamo molte differenze tra il modo di essere di Gesù e il nostro. Egli fa la differenza. Per questo è morto. Vediamo l’ateismo crescere nelle società che furono cristiane. Non sarà perché non  abbiamo voluto impegnarsi con i bisognosi? O perché  abbiamo creato una religione di apparenza?  Abbiamo la missione di riconciliare l’Universo. Questa avverrà nel gesto d’amore concreto. Questo fa la differenza.


Letture: Deut. 30, 10-14; S. 68; Col. 1, 15-20, Luca 10, 25-37






 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner