Omelia 18^ Dom.T.O. - 4.8.2013


Nè ricchi nè poveri , ma tutti fratelli.


nº 1254
Omelia 18^ Dom. T.O.

 (04.08.13)


Pe. Luiz Carlos de Oliveira


Redentorista

 

Ricchi di Dio


Vanità delle vanità

 

Il salmo  89 ci invita a pregare così: “ Insegnaci a contare i nostri giorni, e avremo la sapienza del cuore”. Gesù racconta la parabola dell’uomo che fece un abbondante raccolto e si sentì sicuro  di poterne goderne negli anni successivi, ma non si ricordò che la vita non dipendeva da lui e che quella notte stessa gli sarebbe stata richiesta. Ecco la follia dell’uomo. La liturgia della Parola ci fa riflettere sulla vanità dell’accumulo dei beni, poichè anche se qualcuno ne ha molti ,la vita di un uomo non consiste nell’abbondanza dei beni (Lc 12,15). Per completare questo pensiero, l’Ecclesiaste ci parla della vanità di accumulare beni per lasciardi ad altri che non hanno fatto niente per produrli (2,21). C’era una mentalità che esiste anche in certi gruppi cristiani, e cioè, che la ricchezza è segno della benevolenza di Dio. Gesù si contrappone  proprio a questo con la sua parabola. Gesù con si scaglia contro i beni, ma contro l’avidità che indurisce il cuore e fa abbandonare la vera ricchezza che è Dio. Per questo indica il cammino di relativizzare le ricchezze con il loro giusto uso non per se , ma per essere ricchi davanti a Dio (21). . Il consumismo è una idolatrica (Cl. 3,5). Gesù chiama questo tipo di persone : senza intelligenza (Lc 12,20). Il grande peccato dell’umanità , che è anche una delle grandi tentazioni che troviamo all’inizio del ministero di Gesù, è vivere per le ricchezze. Questo ha invaso il mondo. Aumenta i beni materiali, le possibilità di vita, e aumenta il numero dei bisognosi. I poveri soffrono non solo perchè non hanno niente, ma per  l’avidità  di chi li sfrutta sempre di più.  E quanto è brutta la situazione di coloro che se avevano qualcosa sono restati vittima dell’avidità di altri. È il fallimento umano. Ciò che complica ancor di più questa situazione è la ricerca della religione, di Dio e della preghiera solo per avere beni materiali. È la falsa idea della retribuzione: dicono che i beni materiali sono benedizione di Dio, e chi non li ha è  maledetto? Gesù non ha detto questo.

 

Agire da uomini nuovi

 

La lettera di Paolo ai Colossesi risponde al problema delle riccchezze vissute con avidità : “ Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra” (Cl 3, 1-2). La Risurrezione trasforma anche i valori umani. I beni sono buoni quando sono trasformati in beni eterni. I beni sono per essere condivisi. Chi li ha non deve restarne senza, me che anche gli altri non ne restino senza. D. Helder diceva che non si deve invertire il quadro: cioe i poveri che diventano ricchi e i ricchi che diventano poveri. “Ne ricchi nè poveri, ma tutti fratelli”. Risorti nel battesimo, siamo chiamati  a vivere una vita nuova. Paolo invita a far morire ciò che è della terra, questo è vivere un modo di vita nuovo seguendo il vangelo di Gesù.

 

Spogliarsi di se

Gesù indica questo nuovo modo di vita al cristiano: “La vita dell’uomo non consiste nell’abbondanza dei beni” (Lc 12,1). Riassume così il modo di vivere il Vangelo. In diversi luoghi ha parlato dei beni materiali.  Proprio Lui ha dato l’esempio nella spoliazione di se: “Il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo” (Mt 8,20). Paolo insiste sulla povertà di Cristo: “ Da riccho che era si è fatto povero a causa vostra, per arricchire voi son la sua povertà” (2 Cor 8,9). Ciò che deve essere abbandonato sono i vizi che ci portano alla povertà morale, per arrivare alla ricchezza dei beni materiali vissuti nello spirito del Vangelo. Dice Paolo: “Spogliatevi dall’uomo vecchio e della sua maniera di agire e rivestitevi dell’uomo nuovo che si rinnova secondo il Creatore “(Cl 2,3,9-10).

 

Letture: Eccl. 1,2;2,21-23; S. 89; Col. 3, 1-5.9-11; Lc  12, 13-21






 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner