Omelia 26^ Dom.T.O. -29.09.2013




Ciò che converte il cuore umano è l’ascolto e la pratica della Parola di Dio.
La vita eterna si edifica con la fede vissuta nella fraternità

N. 1270
Omelia 26^ Dom. T.O.
(29.9.2013)
Pe. Luiz Carlos de Oliveira
Redentorista

La ricchezza che salva
La Parola che dà vita

Dio ci ha dato tante meraviglie sia nell’ordine della natura che nell’ordine della grazia. Desidera sempre il bene, il conforto, il benessere, la gioia e il piacere per tutti. Il profeta Amos era un contadino, aveva possedimenti, ma più che ai beni terreni, teneva alla Parola di Dio. Non profetizzava per guadagnare il pane. C’erano profeti che parlavano per compiacere gli ascoltatori. La sua parola era ferma. Egli non critica il benessere, ma lo star male nel benessere. I ricchi vivevano agiatamente, senza preoccuparsi con la rovina del popolo (Am 6, 1.4-7). È la stessa situazione che Gesù ha presentato con la parabola del ricco Epulone e del povero Lazzaro. Questo cercava di saziare la sua fame con quello che cadeva dalla mensa del ricco. La Parola di Dio che dà Vita, insegna che la Vita eterna si edifica con la fede vissuta nella fraternità. Il profeta dice che questi dissoluti della vita soffriranno il castigo quando ci sarà l’invasione dei nemici. Se si fossero preoccupati del popolo, la loro sorte avrebbe potuto essere diversa. Gesù ha detto la stessa cosa  al ricco. Lazzaro andò in Cielo e il ricco fu inviato nei tormenti. La vita ha una sola opportunità!  Così cominciò il dialogo tra l’uomo ricco nell’inferno e Abramo. C’è una separazione tra il Cielo e l’Inferno. L’uomo chiese che Lazzaro andasse ad avvisare la famiglia affinchè cambiassero vita. Abramo rispose: “Essi hanno Mosè e i Profeti. Ascoltino loro” (Lc 16,29). L’uomo chiese allora l’apparizione di un defunto per farli spaventare e così desistere. Ma neppure questa è una soluzione. Ciò che risolve è invece ascoltare e praticare la Parola di Dio che dà vita. Soltanto il cambiamento del cuore che accoglie la Parola, converte. Approfittiamo dunque della vita poiché è una sola, per vivere la Vita che dura per sempre in Dio.

Conservare integra la fede!

In questo quadro si può riascoltare l’insistenza di Paolo a Timoteo, in cui presenta gli elementi fondamentali per una degna vita cristiana: “Combatti la buona battaglia della fede, cerca di raggiungere la Vita eterna!” non è qualcosa puramente intellettuale, ma è una fede che è una battaglia per “fuggire dalle cose perverse, cercare  invece la giustizia, la pietà, la fede, la carità, la pazienza e la mitezza” (1 Tim. 6,11).  La fede si realizza giorno per giorno. I “buontemponi della vita” o dissoluti, come diceva Amos, non sbagliano perché hanno dei beni, ma perché non hanno voluto guardare al loro fianco coloro che stavano soffrendo. Devono ricordarsi che, per arrivare a una tanto buona posizione, c’è molta gente che ha lavorato per loro. E non sempre sono stati pagati adeguatamente. Il Salmo recita: “Del Signore è la terra e quanto essa contiene” (S 23,1). Nessuno possiede da solo il mondo. La meta è camminare “cercando i beni che ci sono riservati” (Colletta)

Miracoli senza fede

Il grande miracolo della conversione può avvenire solo per la Parola di Dio: “se non ascoltano Mosè o i Profeti”, che sono la Parola di Dio, “essi non crederanno neppure se qualcuno risorgesse dai morti”. Non esiste conversione per paura. S. Alfonso afferma che una conversione avviene solo quando è fondata nell’amore. Miracoli possono avvenire, ma se non sono basati sulla fede nella Parola, non cambiano la vita. Perciò molti ricercano una religiosità sentimentale, puramente devozionale, senza impegno nel cambiamento del cuore. I farisei avevano questo comportamento di “esteriorità”. Dio ha cura dei bisognosi attraverso di noi. La Chiesa ha ricevuto la missione di conservare la dottrina, ma prima di fare in modo che l’amore di Dio arrivi a tutti. L’Eucaristia è il momento di ascoltare la Parola per la conversione. Dove c’è  sofferenza della gente, la messa non è ben celebrata.

 

Letture: Am 6, 1.4-7; Sal 145; 1 Tm 6, 11-16; Lc 16, 19-31





 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner