Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 20_2018_TUTTI I TESTI Anno B Omelia 4^ Domenica Avvento - 24.12.2017
Omelia 4^ Domenica Avvento - 24.12.2017


Gesù è venuto per tutti e tutti possono appartenere al Regno di Dio, il cui marchio è dato dall’umiltà

nº 1712

Omelia 4^ Domenica di Avvento (24.12.17)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Ecco la serva del Signore

Dio gli darà il trono di David

La liturgia ci mette davanti la proclamazione più ricca che la storia possieda: “Il Verbo si è fatto carne e venne ad abitare in mezzo a noi” (Gv 1,14). E attraverso Maria, la Divinità riceve la nostra umanità. Il progetto di Dio di un paradiso terrestre è ricostituito nel seno di una giovane vergine.  Lì il nuovo Adamo è modellato dallo Spirito Santo di Dio e si chiama Gesù, erede di tutte le promesse e doni del trono di David. L’iniziativa Divina riceve la collaborazione di tutta l’umanità. Maria è la risposta dell’umanità. Lei è il giardino chiuso (CdC4,12) dove Dio  crea il nuovo paradiso che inizia in terra e continuerà nel Cielo. David, nella sua dedizione, vuole costruire un tempio a Dio. Dall’uscita dall’Egitto fino a quel momento si contavano quasi trecento anni. Ma Dio rifiuta e Lui stesso promette una casa eterna. Il Suo Regno si realizzerà nella persona di Gesù. E vediamo la promessa della glorificazione di Gesù nel ricevere dal Padre un regno eterno ed universale (cfr prefazio di Cristo Re). L’azione dello Spirito non termina in Maria  nella quale genera il Figlio di Dio: Gesù, perché tutti coloro che sono guidati dallo Spirito Santo sono figli di Dio (Rm 8,14). Partecipiamo con Cristo a questo lignaggio reale, impiantando il Regno di Dio nel mondo. Questo Regno non finisce.

Portare il vangelo a tutti

Continuando nella fedeltà di Davide continuiamo ad avere la garanzia del salmo 88: “stabilirò per sempre la sua discendenza, di generazione in generazione edificherò il tuo trono”. Partecipiamo all’alleanza e riceviamo la grazia della promessa di Davide. Entriamo con Gesù nella costruzione di questo Regno nella terra fino a che sia dominato l’ultimo nemico che è la morte (1 Cor 15,26). Paolo ci avverte che il Regno di Cristo non è riservato solo al popolo d’Israele. Esso è stato sì intermediario dell’Alleanza ma per tutti i popoli. Gesù fa una nuova alleanza e apre il regno a tutti: “Il  mistero, avvolto nel silenzio per secoli eterni, ma ora manifestato mediante le scritture ..., fu annunciato a tutte le genti perché giungano all’obbedienza della fede” (Rm 16, 26). Il Regno di Dio è PER TUTTI. Gesù non è nato per un gruppetto scelto. È nato per l’Universo e per tutti i tempi. Non è una religione in più che viene fondata, ma un progetto di Dio che è messo in atto. Nei popoli c’è  la semente della fede che  può produrre molti frutti e portare un rinnovamento per la Chiesa. È sempre ora di portare il Vangelo a tutti e a tutti i segmenti dell’umanità.

Una casa per noi

Davanti al Mistero dell’Incarnazione dobbiamo solo tacere, adorare, riconoscere l’amore di Dio per l’umanità e tenerezza della manifestazione. Sfortunatamente il Natale è stato ingoiato da molti altri interessi. Non c’è da temere, perché Maria e Giuseppe erano soli. La fede e la tenerezza dei loro cuori furono capaci di costruire una culla per il Creatore di tutte le cose. Egli si umiliò affinché noi potessimo arrivare al Padre. La prima culla di Gesù è stato l’amore, l’obbedienza alla fede di Maria: “Ecco la serva del Signore; si faccia di me secondo la tua volontà” (Lc 1,38). E l’Angelo si ritirò. Facendo la volontà del Padre,  non abbiamo necessità di nessun’altra spiegazione. L’umano è capace di fare il suo cammino in Dio da quando resta unito alla sua volontà, ed è anche capace di costruire un regno capace di aprire spazi a Dio. L’incarnazione è la salvezza  ha come fondamento la frase di Maria: Ecco la serva del Signore. Gesù sceglie di essere un re che serve. Maria è l’umanità salvatrice.

 

Letture: 2 Sam. 7,1-5.8b12,14ª,16;S 88; Rom. 16,25-27; Lc. 1,26-38




 
© Copyright 2018/2019 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma