Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 20_2018_TUTTI I TESTI Anno B Omelia 5^ Dom. di Pasqua- 29.4.2018
Omelia 5^ Dom. di Pasqua- 29.4.2018


nº 1748

Omelia 5^ domenica di Pasqua

(29.04.18)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Rimanere in Cristo come il tralcio al  ramo

Nel tempo pasquale siamo istruiti sulla forza transformatrice della Risurrezione del Cristo. Il Mistero Pasquale si attua in noi attraverso le nostre attività rinnovate da Cristo e nella comunione di vita. Giovanni evangelista spiega questa verità con il simbolo dell’albero e dei rami. Mostra come siamo uniti a Cristo. È una unione di vita, perchè circola attraverso i rami la stessa vita e vitalità che è nel tronco. Il verbo “rimanere” è forte e chiaro. Siamo stimolati a rimanere in Cristo come il ramo rimane attaccato all’albero. C’è una stessa vita che ci unisce. Il Mistero Pasquale del Cristo è la sua vita attuante in noi come vita e come attività. Rimanere è il verbo che dice quello che succede nella nostra relazione con Dio. Abbiamo per esempio il testo del discorso del pane di vita: “ Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e Io in lui” (Gv 6,56). Come il cibo rimane in noi, così è per il Pane di Vita. È una unione di vita.  Gesù insegna che la stessa Vita  che mantiene l’albero vivo, corre nella piante e arriva ai rami. Gesù dice che c’è una unione completa tra il tronco che è Lui e i rami che siamo noi. Gesù insegna il comandamento dell’amore  che è la linfa vitale che attraversa la pianta. Conservare la fede e il comandamento dell’amore è rimanere in Dio. E Dio rimane in Lui ( 1 Gv 3,24). Questo è il risultato del nostro incontro con Cristo nel suo Mistero Pasquale. Celebrare è alimentare questa relazione e crescere nella vita cristiana attraverso la fede.

Rimanere è produrre frutti

Gesù dice: “io sono la vera vite e mio Padre è l’agricoltore” (Gv 15,1). Il Padre sa come aver cura della piante e fare le potature al tempo opportuno. Ci sono due tipi di potature: una per tagliare i rami che non portano frutti e un’altra per tagliare i rami lussureggianti affinchè portino più frutti. Il ramo bello è sacrificato per il bene del frutto. Purtroppo noi non percepiamo affatto quando Dio domanda i nostri frutti e per questo taglia molte cose nella nostra vita che erano comunque buone, affinchè i frutti siano migliori. E se non diamo frutti ... siamo condannati al fuoco: “Chi non rimane in me, sarà gettato  via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano” (Gv 15,6). Per portare frutto dobbiamo restare uniti al tronco che è Cristo. Senza Cristo restiamo come il ramo secco. Dice: “Senza di me non potete fare nulla” (Gv 15,5). Il ramo non può produrre frutti da se stesso, se non rimane nella vite, che è Cristo. Rimanere uniti al tronco  ci garantisce che saremo ascoltati quando preghiamo : “Se rimarrete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato”. E’ lode e gloria di Dio chiedere nel nome di Gesù. I frutti sono la lode migliore del Padre, perchè sono uniti al Frutto Benedetto che è Gesù. Egli produre frutti in noi, come vediamo che li ha prodotti in Paolo (At 9,28).

Credere e Amare

La linfa che corre nel tronco va ai germogli. Questa linfa è l’amore di Dio a Cristo e ai fratelli. Il comandamento è credere in Gesù e amare i fratelli. Un unico comandamento con due facce. L’amare non solo a parole, ma in azioni e in verità: “Non amiamo solo a parole, ma con azione e in verità! Questo è il criterio per sapere che siamo dalla verità e che il nostro cuore riposa davanti a lui” (1 Gv 3,18). L’amore esige la verità. La verità dell’amore sono gli atti coerenti. Si parla di amore in tanti toni, ma l’unico che ci ha amato pienamente è stato Gesù che ci ha dato la sua vita. Se daremo la vita, dedicandola agli altri, come ha fatto Paolo, stiamo amando e producendo frutti.

 

 

Letture: At. 9,26-31; Salmo 21; 1 Gv.3,18-24;Gv 15,1-8




 
© Copyright 2018/2019 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma