Omelia 3^ Domenica Avvento 16.12.2018



La salvezza è vicina. Questo ci dà gioia. Il primo luogo dove fare il presepio è il nostro cuore in cui sentirci uniti a Gesù in questo mistero grande del Natale della Incarnazione di un Dio che si fa vicino.

nº 1814

Omelia 3^ Domenica di Avvento (16.12.18)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Rallegratevi

La gioia rinasce dalla conversione

La celebrazione della 3^ domenica di Avvento riflette una gioia molto forte. Quando di notte aspettiamo il ritorno dell’alba sentiamo una profonda gioia quando vediamo i primi raggi del sole. Essi annunciano che il giorno è prossimo. E questo ha la caratteristica di darci gioia. Aspettando la gioia della salvezza, l’approssimarsi del Natale è come l’aurora. Paolo scrive nella lettera ai Filippesi: “Rallegratevi sempre nel Signore. Ve lo ripeto, rallegratevi” (Fil 4,4). Il salmo continua questo pensiero: “Gridate giulivi ed esultate abitanti di Sion, perchè grande in mezzo a voi è il Santo di Israele” (Is 12,6). Non si tratta di una gioia dei sentimenti, ma è come un’acqua abbondante: “Attingerete acqua con gioia alle sorgenti della salvezza.In quel giorno direte: Lodate il Signore” (Is 12, 3.5). è la gioia di vivere la libertà che viene dall’azione di Dio che ha revocato la sentenza della nostra condanna. La gioia nasce dalla conversione. Tutti coloro che ascoltavano le parole di Giovanni Battista cercavano poi il cammino di conversione. La predicazione della conversione riguardava tutte le classi. Giovanni mostrava che la conversione riguarda la persona. Ai soldati insegna a non essere violenti. Gli esattori continuano ad essere esattori ma non sfruttando la gente. A tutti insegna la condivisione che genera gioia. La persona convertita modifica il suo ambiente. È un buon modello per la pastorale che spesso tende a convertire le persone a uno stile di vita  più che a Dio. Nessun livellamento

Dio sta in mezzo a voi

Il Dio che libera non è un estraneo al nostro mondo, ma sta in mezzo a noi: “ Il Signore tuo Dio in mezzo a te è un salvatore potente. Esulterà di gioia per te, ti rinnoverà con il suo amore, si rallegrerà per te con grida di gioia,come nei giorni di festa” (Sf 3,15,17-18).  La gioia nasce da Dio e entra profondamente nel cuore umano. Essa non passa, perchè Dio non passa. Questa gioia è garanzia della sua presenza: “Il Signore è in mezzo a te tu non vedrai più la sventura” (Id 15). Comprendiamo così quando preghiamo il salmo 22: “Se dovessi camminare in una valle oscura, non temerei alcun male, perché tu sei con me. Il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza”. Giovanni non si presenta come Messia ma come colui che vive intensamente. Giovanni dice che battezza con acqua. Rimane al livello esteriore, ma, il Messia battezzerà con lo Spirito Santo e il fuoco. Questo purifica e lo Spirito dà vita. Il progetto di Gesù non è sociale o solo spirituale. È un’azione trasformatrice attraverso la redenzione che Egli è venuto a portare. Se la mia fede non mi porta ai fratelli ho sbagliato il cammino. “Chi ama Dio ama anche il suo fratello” (1 Gv 4,21). La presenza di Dio genera l’amore.

Celebrare con giubilo

La preghiera della messa invita a celebrare la salvezza con giubilo nella liturgia solenne. Noi però restiamo sempre all’esteriore.  Anche San Francesco non  aveva il presepio che tanto ci attrae. La celebrazione era il Presepio vivo, cioè l’Incarnazione celebrata come Eucaristia. Questa gioia ha sostenuto la comunità durante tanti secoli. Certamente diciamo che il Natale è diventato un commercio. Ma possiamo recuperare il senso dell’Incarnazione senza lasciare la teneressa del Natale e la bellezza delle sue luci. L’Avvento è posto proprio come preparazione per la celebrazione in cui vivremo il mistero della Nascita. È necessario fare il presepio nel cuore in cui sentirci uniti anche nella carne al Figlio di Dio Incarnato. Siamo lontani dal percepire l’intensità di questo mistero.

 

Letture: Sofonia 3,14-18ª;Is. 12,2-6; Fil.4,4-7; Luca 3,10-18.




 
© Copyright 2019/2020 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma