Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 21 _ 2019 _ TUTTI I TESTI _ Anno C Omelia Solennità Maria Madre di Dio 1.1.2019
Omelia Solennità Maria Madre di Dio 1.1.2019



nº 1819

Articolo - Omelia

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Celebrazione di Maria, Madre di Dio

2139. Piena di Spirito Santo

È facile pregare: “Santa Maria, Madre di Dio prega per noi peccatori”.  Chi comincia a dire così, lo fa con naturalezza. Sono parole che portano in se una grande dottrina su come Dio ci salva in Cristo. L’evangelista Luca mette sulla bocca di Elisabetta la salutazione: Benedetta tu tra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno. E come mai m’è dato che la madre del mio Signore venga a me?” (Lc 1, 42-43), usa la parola Signore (Kyrios), che è lo stesso termine usato per designare Dio nell’Antico. È l’affermazione della Divinità di quel Bambino che Maria porta nel suo seno . Elisabetta “piena di Spirito Santo” (Lc 1,41) la chiama “Madre del mio Signore”. Quando dice piena di Spirito Santo sta dicendo che questo momento è una grande rivelazione della Divinità presente nella Umanità di Cristo. Dire che Maria non può essere chiamata madre di Dio, è negare che il suo Figlio sia Dio, poichè la sua Umanità sussiste nell’unione totale alla Divinità che gli è propria come Figlio di Dio. Maria facendo parte della umanità e portando in se la Divinità, partecipa dell’intercessione che il Figlio fa continuamente davanti a Dio (1 Gv 2,1). Lei anche lo fa, poichè è unita a Lui per l’unione di tutti nel Corpo di Cristo (1 Cor 12,27), nella missione di essere sua Madre e di tutti i suoi fratelli rinati nel battesimo. Luca che scrive intorno agli anni 80, raccoglie i suoi insegnamenti dalle testimonianze oculari (Lc 1,2). Coglie un uso già tradizionale. Quando scrive già si è imposto un modo di essere cristiano anche in riferimento alla Madre.

2140. Prega per noi

Nell’Egitto del 1927 si ritrovò un papiro degli anni 270, dove è scritta quella preghiera tanto cara: “Alla vostra protezione ricorriamo Santa Madre di Dio. Non disprezzare le nostre suppliche nelle nostre necessità, ma liberaci sempre da tutti i pericoli o Vergine gloriosa e benedetta! ...”. già era uso comune della comunità chiamare Maria, Madre di Dio. Il Concilio di Efeso insegna che Gesù è Dio. Per questo, Maria può e deve essere chiamata Madre di Dio perchè suo Figlio è Dio. Continueremo a pregare con tutta la Chiesa: “Santa Madre di Dio, prega per noi peccatori, ora e nell’ora della nostra morte:Amen”. La preghiera di intercessione è un diritto e un dovere di tutti i fedeli, come scrive Paolo a Timoteo: “Raccomando che si facciano, richieste, orazioni e suppliche e azioni di grazie per tutti gli uomini, per i re e tutti coloro che detengono autorità ...Quello che è buono e accettabile davanti a Dio nostro Salvatore il quale vuole che tutti gli uomini siano salvi e arrivino  alla conoscenza della verità” (1 Tim 2, 1-4). Preghiamo gli uni per gli altri: i santi pregano per noi, noi preghiamo per i vivi e per i morti. Siamo un unico corpo e facciamo molto bene a intercedere, perchè è la preghiera migliore. È carità per tutti.

2141.  Nello scrigno del cuore

In questa celebrazione d’inizio d’anno incontriamo Maria e Giuseppe e il “Bambino deposto nella mangiatoia” (Lc 3,16). È un bel momento di dialogo sulle cose di Dio. Maria e Giuseppe ascoltano dai pastori quello che gli Angeli gli hanno detto. Quanto a “Maria custodiva tutte queste cose e le meditava nel suo cuore” (Lc 2,19). Bel modello di cristiana che porta al laboratorio del cuore le cose di Dio e le trasforma in vita. Iniziando un nuovo anno possiamo fare un progetto di vita prendendo a modella la Madre di Dio e nostra. Lei ci porta la benedizione che è Gesù. Noi possiamo essere una benedizione per gli altri accogliendo e facilitando la loro vita con l’amicizia, il servizio fraterno, il rispetto, l’affetto e l’attenzione a tutti. Siamo un vangelo vivo che trasmette le verità con il comportamento. Con la Madre di Dio abbiamo un anno benedetto, tutto di Dio.

 
© Copyright 2019/2020 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma