Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 21 _ 2019 _ TUTTI I TESTI _ Anno C Omelia Battesimo del Signore 13.1.2019
Omelia Battesimo del Signore 13.1.2019

La missione di Gesù, nel Battesimo, è essere amore

nº 1822

Omelia battesimo del Signore (13.01.19)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Il Padre manifesta il figlio

Il battesimo di   la sua Manifestazione ai giudei. In questo momento è proprio il Padre che apre il suo cielo e  invia a Gesù lo Spirito. Ci dona anche il senso di questo dono, come Amore del Padre: “Tu sei il mio Figlio prediletto,in te mi sono compiaciuto” (Lc 3,22).  Questo evento ci da il senso della missione di Gesù: essere amore. Per questo si manifesta anche lo Spirito che è l’Amore! Il battesimo dei cristiani ha la stessa caratteristica: entrare in questo movimento d’amore, comincia una trasformazione. Per questo non è solo un rito, un’acqua che sgorga. Nel Battesimo Gesù inizia la sua missione “Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando ...” (Atti 10, 38). Il battesimo di Gesù più che un rito è dunque  una vita che diventa missione. Il Suo battesimo è una teofania, una manifestazione del Dio Trinità. Per questo siamo battezzati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. E non perchè usiamo i suoi Nomi, ma per il rito che ci immerge nelle acque, siamo immersi dunque in questo mistero di amore e assumiamo il piano di Dio in Cristo. Non veniamo battezzati per entrare in una religione, ma per partecipare alla vita di Dio. Entriamo nella Chiesa per avere le condizioni necessarie a questa vita nella quale dobbiamo continuare a manifestare al mondo il Figlio di Dio. Ogni cristiano è una teofania dell’amore di Dio che è la missione fondamentale di Gesù. Massimo di tutto quello che possiamo fare.

Questo è il mio Figlio amato

Il battesimo è partecipazione all’amore del Figlio, per questo siamo anche chiamati figli amati dal Padre, come disse a Gesù: “Tu sei il mio Figlio amato, in te mi sono compiaciuto” (Lc 3,22). Il cammino spirituale è di corrispondere all’amore del Padre, a Gesù come continuatori della sua missione e allo Spirito per far zampillare l’amore per il mondo. Non si aspetta altro dai cristiani. Il mondo desidera essere amato nel servizio concreto della redenzione totale dell’essere umano e dell’universo. Evitiamo di trasformare il battesimo in un costume, è un dono di Dio di cui dobbiamo approfittare al massimo. Dice il Papa Leone Magno: “Prendi coscienza, cristiano, della tua dignità”. Dopo il battesimo condotto dallo Spirito Santo, Gesù va nel deserto per essere tentato da satana (Lc 4,1). La vita cristiana è piena di difficoltà e lotte, ma per corrispondere  al progetto di Dio dobbiamo assumere la decisione forte di seguire Gesù. Vivere come Lui è vissuto. La missione che Gesù ha ricevuto nel Battesimo passa ad essere la nostra. Questa missione di Gesù non è solo togliere i peccati, ma irradiare nel mondo l’onda dell’amore del Padre. Questa onda non distrugge, ma feconda il mondo con una vita nuova. L’amore può cambiare tutte le cose. Il Padre ha posto in Gesù tutto ciò che desidera. Il Figlio ci chiede lo stesso amore.

Essere figlio di fatto

Visto che siamo chiamati ad ascoltare il Figlio amato, la preghiera dopocomunione, dice: “Chiamati figli di Dio, noi lo siamo realmente”. Non è possibile essere cristiani a metà. È diventato troppo comune udire persone che dicono di essere cattoliche ma non accettano tutto. In pratica non lo sono. Ci sono cose che non hanno niente a che vedere con la fede. Questo possiamo rifiutare. Ma dobbiamo mantenere l’unità che è il vincolo della perfezione (Col 3,14). Il nostro impegno deve essere quello di rimanere in Lui e, con Lui, portare l’amore al mondo. La nostra vita cristiana non è costituita da un insieme di idee, ma da un incontro nel quale Dio si manifesta per essere manifestato al mondo. Il Battesimo di Gesù era per la Missione, in quanto Lui era già totalmente di Dio Padre.


Letture Is.42,1-4.6-7; S 28; At. 10,34-38; Lc 3,15-16.21-22


 
© Copyright 2019/2020 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma