Omelia Festa sacra Famiglia 2019





Gesù si è fatto uomo, e si è fatto anche famiglia. Come manca nelle nostre famiglie l’orientamento a partire dalla parola di Dio!

nº 1922

Omelia Festa della Santa Famiglia (29.12.19)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Gesu, Maria e Giuseppe

Onora tuo Padre e tua Madre

Nel periodo natalizio celebriamo la Sacra Famiglia: Gesù, Giuseppe e Maria. Non si tratta di una devozione ma di un modo di comprendere la Redenzione portata da Gesù.  Egli si è fatto uomo, ma si è fatto anche famiglia. Togliere i genitori di Gesù dall’annuncio evangelico è sfigurare l’Incarnazione. Dio ha voluto così.  Non è la mia azione religiosa che cambierà il disegno di Dio. Ha voluto una Madre, che Lo ha generato, e un padre  che ha trasmesso la regalità davidica: “Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dal quale è nato Gesù, chiamato Cristo” ... “ Giuseppe, figlio di David (re), non temere di prendere con te Maria, come tua sposa, poichè colui che in lei è stato generato viene dallo Spirito Santo” (/Mt 1,20). Stando così le cose la festa non è  la commemorazione di una famiglia esemplare, ma la celebrazione del Mistero dell’Incarnazione, manifestazione di Dio, attraverso suo Figlio nella sua condizione umana dentro una famiglia. Tale famiglia è il primo luogo per la formazione dei figli di Dio, come lo fu per Gesù stesso. Alcuni vorrebbero vedere un cattivo relazionamento tra Maria e Gesù,  ma il comandamento di onorare i genitori era molto presente in Gesù: “Ritornato con loro a Nazareth stava loro sottomesso” (Lc 2,51). Gesù completa questa relazione filiale con la sua obbedienza al Padre, senza distruggere i legami umani che aveva con i suoi genitori terreni. È giustamente questo che gli apostoli e Paolo prendono come modella per la vita di comunità. Tutto quello che Dio vuole per il mondo comincia con la famiglia. Lo vediamo anche nell’Ecclesiastico, nelle lettere di Paolo e Pietro. Questa è la condizione per entrare in preghiera: “Chi onora suo padre vivrà a lungo.. e sarà esaudito nel giorno della sua preghiera” (Sir. 3, 5-6)

Rivestitevi di virtù

Paolo nella lettera ai Colossesi, descrive le virtù che devono regnare  a casa e in comunità- quello che predomina è l’amore: “Amatevi gli uni gli altri, perchè l’amore è vincolo di perfezione” (Col 3,14). Paolo mette la vita in famiglia a partire da un cambiamento interiore: “Rivestitevi di sincera misericordia...”. continua a indicare la vita comune basata nell’amore, nella pace e nell’azione di grazie. Sono le virtù che costruiscono una comunità. La Parola di Dio è il fondamento della relazione: “La Parola di Cristo, con tutta la sua ricchezza, abiti in voi” (Col 3,16). Non è possibile una vita di famiglia  senza essere modellata dalla Parola. Come manca nelle nostre famiglie l’orientamento a partire dalla parola di Dio! Per questo c’è grande fragilità, a causa della mancanza di conoscenza, Paolo insiste: “ammaestratevi gli uni gli altri” (16). Ciò che ci manca molto è giustamente la formazione. Ma più che gente istruita c’è bisogno di gente che desideri apprendere. La vita cristiana è centrata in Cristo: “Tutto sia fatto nel nome del Signore Gesù Cristo”- la relazione spirituale va al concreto della vita matrimoniale nel mutuo amore e rispetto. Si spinge fino alla cura della relazione con i figli.

Famiglia nuova?

La Chiesa non desiste nella sua comprensione della famiglia come la riceviamo dal Vangelo e dalla Tradizione.  La complementarietà investe tutti i campi. È tanto bello vedere la differenza essere fonte di crescita personale. Quello che desidero in me lo trovo in te. Uno diventa lo specchio dell’altro. Cresciamo quando siamo capaci di accogliere l’altro come dono di Dio e uno stimolo di vita. Certo che il passato non è il miglior modello, perchè ogni epoca ha le sue ricchezze e le sue povertà.  La Chiesa è una famiglia di famiglie. E la famiglia richiede certamente un grande impegno. Ma le pastorali non lavorano con la famiglia che deve essere presente in tutti i settori. Vivendo gli insegnamenti evangelici e sviluppando ciascuno i propri doni, contribuiranno ad una evangelizzazione coinvolgente.


Letture: Ecl.3,3-7.14-17; S.127; Col. 32,12-21; Mt, 2,13-15.19-23.





 
© Copyright 2020/2021 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma