Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 22_ 2020_TUTTI I TESTI_Anno A Omelia Assunzione di Maria 15.8.2020
Omelia Assunzione di Maria 15.8.2020





La base per il Dogma dell’Assunzione è la Risurrezione di Gesù. Ciò che è realizzato in Maria nell’Assunzione è il progetto per tutti i cristiani. Maria Assunta in cielo porta nel suo seno i figli redenti.

nº 1988

Omelia della Assunzione di Maria (15.08.20)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

“Assunzione di Maria”

Il Signore ha fatto meraviglie

L’Assunzione di Maria corona i dogmi della Madre di Gesù. Possiamo conoscere, così, ciò che Dio voleva per la Madre di suo Figlio. E anche quello che Dio vuole per ciascuno di noi. Quello che ha realizzato in Maria è il progetto per tutti i cristiani. Lei è la prima dopo Cristo a raggiungere quello che Dio, per bontà, vuole per tutti. I dogmi sono verità nelle quali si deve credere senza errore. Fanno parte del Mistero di Cristo. Dio vuole Maria così. Questo dogma dell’Assunzione  non è stato inventato. Esso è descritto  all’inizio della Chiesa, conservato nella sua tradizione. Si ha l’impressione che fosse il primo che la comunità abbia dichiarato come verità di fede. Lì, circondata dagli apostoli, passa alla vita del Cielo. Come Gesù, “non conveniva che il suo corpo conoscesse la corruzione” (At 2,31). Il vangelo apocrifo di Giacomo ricorda il fatto di Tommaso che, assente alla morte, vuole però vedere il corpo di Maria, sepolto. Constatano il fatto della sua elevazione al Cielo. Questa è la fede dei primi cristiani. Il dogma di fede fu dichiarato nel 1950 da Pio XII, come riconoscimento di ciò che già era conosciuto. L’Assunzione segue la lista delle meraviglie fatte da Dio per questa Donna.  Concepita senza peccato, Vergine e Madre di Dio. La sua unione con Dio la rende privilegiata. Lei dice: “L’Onnipotente ha fatto in me grandi cose” (Lc 1,49). Essere piena di grazia di Dio (Lc 1,28) la rende distributrice di queste grazie a tutto il popolo di Dio  soprattutto  agli abbandonati. Da lei capiamo che dobbiamo rinnovare il mondo a partire dal Vangelo.

Tutti rivive in Cristo

L’Assunzione di Maria non è solo una questione di privilegio personale, ma la realizzazione di tutto il progetto della Redenzione realizzato in Gesù. San Paolo ci conferma questa realtà quando ci dice: “E come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo. Ciascuno però nel suo ordine: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo” (1 Cor 15, 22-23). In questo ordine della Risurrezione, Maria, per un privilegio, riceve il dono totale della redenzione realizzando in lei anche la risurrezione finale. Lei fa il cammino di tutte le creature. Gesù, in lei, realizza la vittoria sulla morte. In Lei vince il nemico e garantisce la vittora per tutti. Se una ha già realizzato tutto il cammino, apre per tutti la certezza della vittoria finale. La base della Assunzione è la Risurrezione di Gesù. In essa Dio estende la misericordia a tutti. E realizza il salmo: “Ascolta, figlia, guarda, porgi l'orecchio, dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre; al re piacerà la tua bellezza. Egli è il tuo Signore: pròstrati a lui” (Salmo 44). Per questo l’Angelo la chiama “Piena di Grazia” (Lc 11,28). Elisabetta le dice: “Beata Colei che ha creduto all’adempimento delle parole del Signore” (Lc 1,45).

Il dragone che vuole divorare

Il dragone, figura del male nell’Apocalisse, è sempre presente accanto alla Donna. Eva fu ingannata dal serpente primitivo, lo stesso dragone che gira alla fine dei tempi. Nel paradiso c’è la donna che genera al mondo. Alla fine dei tempi, la Donna, Madre, sta per dare alla luce una nuova umanità. La  Donna è per generare il Figlio che regnerà sul mondo. Il dragone Lo vuole divorare. La storia è sempre piena di draghi pronti a divorare il Figlio e i figli della Donna-Chiesa e della Donna della Redenzione. Non  sarà che l’odio contro Maria di certe sette, non sia la presenza del drago che vuole divorare la Madre e il Figlio? Dio la porta in un rifugio sicuro che è il cuore dei figli. Il cuore dei figli accoglie la Madre, lei elevata al Cielo, porta nel suo seno i figli redenti.

 

Letture: Ap.11,19ª;121,3-6ª.10ab;S.44;1Cor.15,20-27ª; Lc1,39-56.






 
© Copyright 2021/2022 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma