Home I Santi Storie di Santi Patrone d'Europa - Geografia della santità europea
Patrone d'Europa - Geografia della santità europea
Indice
Patrone d'Europa
Santa Teresa Benedetta della Croce
Geografia della santità europea
Tutte le pagine

 

 

 

 

 

 

Nella mirabile e svariata “geografia della santità”, le tre sante patrone ci invitano a spaziare su tutta l’Europa, per i loro natali.

Con Brigida andiamo in Svezia e in Scandinavia. È in questa regione dell’Europa che vive gran parte della sua vita, profondamente impegnata in quella civiltà e cultura. E quando, nella seconda tappa dell’esistenza, si reca a Roma e si lascia affascinare dalla città e da quel che essa significa, in quanto centro della Chiesa perché sede di Pietro, non per questo perde le sue radici svedesi più profonde. Scrive in lingua svedese e la sua mistica è tutta improntata a un’anima e a un animussvedesi. Da quando, due secoli dopo la sua morte, la sua patria e la Scandinavia si sono separate dalla Chiesa cattolica, la personalità di Brigida, ammirata da cattolici, da riformati e da non credenti, è diventata un efficace segno di unità e di ecumenismo spirituale. È molto suggestivo che accanto agli altri patroni dell’Europa ci sia anche questa santa di un Paese nordico.

Caterina è italianissima, come Benedetto. È toscana e della sua regione nativa ha la vivacità, la sensibilità, l’amore per la bellezza, la forza di espressione. Anche lei finirà i suoi giorni nell’Urbe, dove è sepolta nella chiesa di Santa Maria sopra Minerva, al centro di Roma. Invocandola come patrona, è tutta l’Europa meridionale che abbiamo dinanzi agli occhi, questa parte dell’Europa che la giovane senese ha illuminato con le sue parole e con i suoi sforzi.

Teresa Benedetta viene da Wroclaw (Breslavia), allora città tedesca, oggi polacca. È dunque rappresentante dell’Europa centrale e centro-orientale, da dove provengono anche i fratelli Cirillo e Metodio. Ma è vissuta anche in altri Paesi germanici e offre la sua vita in Germania. Parla e scrive in tedesco. È carica di cultura germanica oltre che di ispirazione ebrea.

Nelle tre nuove patrone, l’Europa del nuovo millennio scopre cammini di vita per il suo avvenire. Esse intercedono presso Dio per il destino del continente e gli ottengono il “supplemento di anima” di cui l’Europa ha urgente bisogno, per cominciare questa nuova tappa della sua storia più ricca di umanità.

(Notizie  dalla rivista . “30 giorni” – dicembre 1999 – articolo del cardinale Lucas Moreira Neves. “Lo stupore per le tre nuove patrone d’Europa”)

 



 
© Copyright 2021/2022 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma