Home Nozione di Dio La cultura tradita
La cultura tradita
 

articolo collegato a: La morte di Dio e il destino della Verità in Nietzsche.

Veniamo riportati, dal Card. Danielou, su un altro terreno, quello del reale come appare all'esperienza comune. Reale come è in se stesso, a guardarlo nella sua intima bellezza, a risvegliare in noi la capacità di ammirazione. A ritrovare i sentieri di una educazione fatta non solo di conoscenza ma anche di contemplazione e di gioia nella profondità di un silenzio che apre alla vera conoscenza e all'incontro con l'Essere, nel recupero di una propria interiorità, al di là dei vaneggiamenti della nostra cultura del disprezzo. Ovviamente il massimo disprezzo è riservato a Dio! La cui assenza è stata sostituita dalla noia e dalla barbarie.

La cultura tradita dagli intellettuali

O l’incapacità di ammirare!

 

Stralci dal libro, omonimo,
del Card. Jean Danielou
Rusconi ed. Milano 1974-

 

“Fare da contrappeso alla cultura scientifica… perché tutto ciò che è profondità d’animo, interiorità, trascendenza, le sfugge: la cultura scientifica non è assolutamente capace di penetrare nel cuore (del reale –ndr), perché essa, direbbe Pascal, appartiene ad un altro ordine”

“I veri scrittori danno alla civiltà il senso del mistero dell’uomo

“Il nostro tempo, che Malraux ha giustamente definito “il tempo del disprezzo”, ha perduto questo rispetto dell’uomo. La civiltà tecnologica, che si prefigge di liberare gli uomini, è diventata invece uno strumento di avvilimento per tutta una parte della società”

 

“Arte è percepire la profondità del reale

 

“Questa nausea non è altro in definitiva che una specie di risentimento contro la creazione, di gelosia verso il Creatore, di pretesa di fare meglio, e in fondo rivela un’impossibilità di uscire da se stessi, di aprirsi  e, in particolar modo, di ammirare, impossibilità che è forse una delle tare dell’intelligenza di oggi. L’uomo moderno, come affascinato dalle proprie invenzioni, prova disagio nel riconoscere il valore di quanto non è il prodotto della sua ingegnosità nell’aprirsi alla contemplazione dell’essere. Ora, come ha scritto Pierre Emmanuel: “Le parole chiave della cultura non sono educazione, conoscenza, distrazione, ma contemplazione, silenzio, gioia. Il programma culturale più serio non può fare altro che preparare, come un calco, le condizioni necessarie a raggiungere quest’ultimo traguardo che è la scoperta misteriosa dell’essere”

 

Il Card. Danielou ci ricorda che a Dostoevskij sfuggì questa espressione: “La bellezza salverà il mondo”. Infatti  continua il Cardinale Danielou: “Grazie alla bellezza, quindi all’opera d’arte, la verità e la bontà appaiono indubitabili. Urs Von Balthasar disse che “in un mondo senza bellezza (che forse non è più capace di vederla) anche il bene ha perso la sua forza di attrazione, le prove della verità hanno perso la loro forza

 

“L’opera d’arte ha valore se mostra il reale. Quello che a me interessa è la realtà. Oggi invece si corre il rischio di dimenticare che intelligenza è il conoscere la realtà inesauribile, e non il sostituirle sistemi artificiosi.”

 

“L’arte letteraria è minacciata dal danaro, più ancora lo è dallo scientismo”

 

“La differenza tra gli ordini, gli pseudoscienziati li  confondono”

 

“L’opera letteraria a dispetto dei mercanti e dei sociologi, deve esprimere le profondità dell’uomo”

 

“Il problema è riuscirre ad assicurare una vera formazione scientifica e favorire nello stesso tempo la familiarità con tutti i valori essenziali, risvegliare l’ammirazione per i valori morali, estetici e spirituali profondi; raggiungere così il “cuore”, che non è la sensibilità ma – se si prende la parola nel senso biblico – l’uomo interiore”

 

Quello che manca al nostro tempo per trovare il suo equilibrio non sono gli strumenti tecnici, ma lo spirito interiore, senza il quale anche il popolo tecnologicamente più avanzato rimane sempre un popolo barbaro”

 

“la civiltà è costituita dai valori spirituali, nei quali essa si esprime”.


 
 
© Copyright 2017/2018 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma