Home Novene Novena a Sant'Alfonso Maria de Liguori
Novena a Sant'Alfonso Maria de Liguori





Novena in onore di  Sant'Alfonso Maria de Liguori

 

    La novena comincia il 23 di luglio e termina il 31 luglio

 (1 agosto festa liturgica di Sant’Alfonso M. de Liguori)

 












 

Santissima TrinitĂ , Dio d'amore,
noi Ti ringraziamo di tutto cuore
per averci donato come patrono, avvocato e amico
il Tuo glorioso e santo figlio Alfonso Maria de Liguori.

GiĂ  dall'eternitĂ  Tu lo avevi pensato,
e Ti sei compiaciuto nel farne
un genio dell'umanitĂ  per i talenti donatigli
e ancor piĂą un grandissimo santo
dell'Unica vera Chiesa di cui è stato Sacerdote, Vescovo e Dottore!

Consapevoli che nella sua lunga e feconda vita,
nella quale non ha mai perso un istante di tempo
per maggiormente glorificare l'amato Redentore
e non ha mai rifiutato niente a Lui e a Maria SS,
sua e nostra tenera Madre,
noi confidiamo che Tu, oh Dio Beato,
per intercessione del "patrono Celeste
dei confessori e dei moralisti",
non ci rifiuterai la grazia che tanto sospiriamo  â€¦
   …    (Chiedere la grazia).

Qualora questa nostra richiesta
non fosse conveniente alla nostra eterna salute
chiediamo umilmente che ci venga accordato
un altro beneficio spirituale e materiale
che ci aiuti nella vita presente in previsione della futura.

Chiediamo altresì alla Divina bontà
e alla mediatrice di tutte le grazie, Maria SS,
che Sant'Alfonso nostro,
si occupi di noi e dei poveri sventurati di nostra conoscenza
per tutti i giorni del nostro pellegrinaggio terreno,
fino al momento in cui lo troveremo sorridente
a fianco della Regina del Cielo
per mostraci nella visione beatifica
il Santo Paradiso per il quale siamo stati creati
e dove Lui ci attende. Amen

 

(10 Gloria a Padre. L'ultimo giorno – il nono -  11 Gloria al Padre)


In questo modo si vuole onorare la Santissima TrinitĂ  per ognuno dei 91 anni di vita terrena che ha donato al Santo per il bene nostro e di tutta la Santa Chiesa Cattolica.

Questa Novena è stata pensata per onorare la festa del Santo, e quindi si consiglia di iniziarla il 23 luglio. Ma per ogni necessitĂ  possiamo ripeterla in qualsiasi momento dell'anno.                           

(scritta da Roberto B.)

 

(recita anche la Coroncina a Sant'Alfonso)

 


Alcuni brani dall'opera ascetica:

 â€śPratica di amare GesĂą Cristo”

Scritta da Sant'Alfonso all'etĂ  di 72 anni - Hanno come tema: la preghiera, considerata dal santo,  il quinto mezzo per acquistare l'amore di GesĂą Cristo


Qual prova maggiore d’affetto può dare una persona ad un amico che dirgli: “amico mio,cercami tutto quello che vuoi e da me l’avrai?”. Or questo appunto ci dice il Signore: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete (Lc 11.9)…Solo la preghiera può tutto scrive Teodoreto. Chi prega ottiene da Dio quanto vuole. Son belle le parole di Davide: Sia benedetto Dio che non ha respinto la mia preghiera , non mi ha negato la sua misericordia (Sal. 65,20). E chiosando Sant’Agostino: “Quando vedi che non manca in te la preghiera, sta sicuro che non ti mancherà la divina misericordia” … l’umile preghiera ottiene tutto da Dio … e ci è altrettanto necessaria per salvarci… siccome le tentazioni e i pericoli di cadere in peccato sono continui, continue devono essere anche le nostre preghiere. S. Tommaso scrisse che all’uomo per salvarsi è necessario un continuo pregare. E prima lo disse Gesù: Bisogna pregare senza stancarsi (Lc 18,1) e San Paolo: Pregate incessantemente (Ts 5,17). … Se dunque vogliamo conservarci in grazia di Dio sino alla morte, bisogna che sempre facciamo i mendicanti verso Dio tenendo aperta la nostra bocca a pregare che Dio ci aiuti, ripetendo sempre: Gesù mio, misericordia: non permettere ch’io mi abbia a separare da voi: Signore, assistetemi: Dio mio, aiutatemi. … Signore, aiutami ed aiutami presto, perché se trattieni di aiutarmi, io cadrò e mi perderò…. E abbiate gran fede nel pregare. “Tutto quello che domandate nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sarà accordato” (Mc 11, 24)… “Se chiedete qualcosa al Padre mio, nel mio nome, egli ve lo darà” (Gv 16,23) disse Gesù,… consigliandoci di chiedere al Padre per i meriti suoi (di Gesù) e per amor suo… San Tommaso ci ricorda che queste grazie devono riguardare la salute eterna, la promessa non è per le grazie temporali: queste, quando sono utili alla salvezza eterna, il Signore le concede, e quando non lo sono, egli le nega. – Dunque – le grazie temporali le dobbiamo chiedere con la condizione che giovino all’anima. Ma quando sono grazie spirituali, allora non ci vuol condizione ma solo confidenza: Padre eterno, in nome di Gesù Cristo liberatemi da questa tentazione, datemi la santa perseveranza, datemi l’amor vostro, datemi il paradiso…. E ricordiamoci di raccomandarci anche attraverso Maria, la dispensatrice delle grazie. San Bernardo diceva: cerchiamo la grazia e cerchiamola per mezzo di Maria, perché ciò che lei cerca trova e non può essere delusa”




Agosto 2012

 
© Copyright 2017/2018 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura »
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma