Home Pe. Luiz Carlos - Liturgia 2017 _ TUTTI I TESTI Anno A Omelia 18^ Domenica T.O. 06.08.2017
Omelia 18^ Domenica T.O. 06.08.2017



L’amore del Padre è condizione della missione di Gesù ...
A noi spetta di trasformare il mondo in base all’amore ricevuto da Dio ...Così è sempre un nuovo inizio...... questo è dato dalla perenne comunione d’amore nostra con Dio .

 nº 1672

Omelia Trasfigurazione del Signore

18^ Dom. T.O., (06.08.17)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Trasfigurazione del Signore Gesù

Una festa completa

Celebriamo la trasfigurazione del Signore come una festa speciale nella Chiesa. Oggi ci sono tante feste con nomi diversi per celebrare il Buon Gesù. Siamo molto legati al Gesù sofferente, che ci tocca molto da vicino. Celeriamo oggi, invece,  il Gesù glorificato, che è anche passato dalla sofferenza della sua Passione. Pur Glorificato, non lascia di essere l’Uomo di Nazareth. Come vediamo, Lui, nella condizione umana si manifesta glorioso. È manifestazione completa in quanto c’è la presenza di Mosé ed Elia, simboli della legge e dei profeti, e i discepoli che sono gli iniziatori del nuovo popolo e vivono la nuova legge che è in Gesù.  Nell’Antico Testamento la legge era vista come lettera, nel Nuovo la legge è nello Spirito che mette nei nostri cuori le parole di Gesù. È per questo che il Padre dice: “questo è il mio Figlio l’Amato nel quale ho posto le mie compiacenze. Ascoltatelo!” (Mt 17,5). In certo senso la Trasfigurazione di Gesù sul monte, è la comunicazione della nuova legge al nuovo popolo, come fu nel monte Sinai. È un nuovo inizio. Pietro vede in questa manifestazione un momento di grande gioia: “E’ bene per noi stare qui. Se volete possiamo fare qui tre tende una per te, una per Mosé e una per Elia” (Id 4). C’è un senso di permanenza nell’A.T. Era una tentazione della comunità primitiva. Ma anche tiene conto della presenza di Dio in forma gloriosa come sul Sinai. Questo momento meraviglioso per i discepoli serve come momento di comprensione della Passione che è seguita dalla Risurrezione gloriosa.

Nell’amore del Padre

La dichiarazione del Padre nel presentare il Figlio coinvolge tutto il progetto della sua missione: “Questo è il mio Figlio amato nel quale ho posto il mio compiacimento” (2 Pt 1,17).  Queste parole  calano fin in fondo nel cuore di Pietro. È nell’amore del Padre che si realizza la redenzione dell’umanità attraverso l’accoglienza di Gesù che comunica le parole del Padre. L’opera della Redenzione è un’opera di amore del Padre che invia il Figlio Diletto per comunicare il suo amore e attrarre a questo amore. La comunione  con Dio  è partecipazione alla sua divinità amorosa. Ripetiamo  molto che Gesù è venuto a togliere il nostro peccato. Certo. Ma quello che toglie i peccati è la comunione d’amore con Dio.  Dobbiamo sottolineare l’amore in tutte le sue dimensioni mistiche, spirituali , umane, sociali. In  questo modo otterremo la liberazione dei peccati e la forza per vincere la tentazione. Pietro scrive che l’amore copre una  moltitudine di peccati: “soprattutto, conservate tra voi una grande carità, perchè la carità copre una moltitudine di peccati. Praticate l’ospitalità gli uni verso gli altri, senza mormorare” (1 Pt 4,8).  È  un amore   spirituale che va alla pratica della vita. Giacomo dice: “a che giova dire di avere la fede senza le opere?... così anche la fede, se non ha le opere, è lettera morta ... Mostrami la tua fede senza le opere, ed io con le mie opere ti mostrerò la mia fede” (Giacomo 2, 14,17,18)

Un progetto per tutti

La trasfigurazione di Gesù non è soltanto una sua realtà personale, ma è un progetto per tutti. Così come Gesù si trasfigurò, tutti saremo trasfigurati: “ E perchè noi ci esponiamo al pericolo continuamente? ...Così anche la risurrezione dei morti, si semina corruttibile e risorge incorruttibile” (1 cor 15, 30 e 42). Quello che è avvenuto in Gesù avverrà anche per noi. La trasformazione comincia mettendo il Vangelo in pratica e questo già trasformerà il mondo dei bisognosi. Senza ciò non c’è risurezione.

Letture: Dan. 7,9-10.13-14;Salmo 96; 2 Pt.  1,16-19; Mt. 17,1-9





 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner