Omelia 2^ Domenica Avvento 2016



GesĂą  non ha predicato una vita spirituale disincarnata. Allo stesso modo, vuole che la sua chiesa sia anch’essa incarnata. Questo modo di vivere  non ci porta a svalutare il lavoro terreno ma ad apprendere a giudicare con sapienza i valori terreni

nÂş 1602

Omelia 2^ Domenica Avvento

(04.12.16)

Pe. Luiz Carlos de Oliveira

Redentorista

Andare verso l’incontro con il Signore

Produrre frutto

L’Avvento, tanto caro e prezioso, ci porta Giovanni Battista che presenta GesĂą al mondo. No, non si puo’ separare GesĂą da Giovanni Battista che viene per preparare il suo cammino. Questa preparazione si presenta come conversione di vita. Giovanni non ammette ad una falsa religione. Insegna che GesĂą è Colui che viene con lo Spirito Santo e il fuoco. Riconosce la missione di GesĂą.  Non possiamo pensare la sua missione solo come un messaggio. Egli ha infatti una vocazione divina , ha personalitĂ  spirituale e profetica. Resta unito a Colui che viene. Giovanni ha zelo per tutto cio’ che è di Dio. SĂ  difendere la legge. Predica una conversione che sia un vero cambiamento della mente. E’ il senso originale della parola conversione. Non basta il cambiamento. E’ necessario produrre buoni frutti (Mt 3,10). Celebrare l’Avvento è entrare nel clima della vigilanza per partecipare al mistero di Cristo: il Signore ci da la gioia di entrare oggi nel mistero del suo Natale affinchè il suo arrivo ci trovi vigilanti nella preghiera e nel celebrare le sue lodi (prefazio). Per questo, chiediamo che “nessuna attivitĂ  terrena ci impedisca di correre all’incontro  del Figlio di Dio, ma istruiti dalla sapienza, partecipiamo alla pienezza della sua vita (Colletta). La celebrazione non è soltanto una commemorazione, ma un approfondimento della vita. Per incontrare GesĂą alla fine dei tempi e a Natale si esige da noi impegno nell’assumere queste veritĂ  come un modo di vita. La conversione è il primo momento della preparazione nell’attesa del Signore che viene alla fine dei tempi e giĂ  in ogni Natale!

Conversione universale

L’Avvento ci presenta come meta la conversione universale  come secondo momento alla preparazione della venuta del Signore. Isaia profetizza che la radice di Jesse, cioè l’erede del trono di David, sarĂ  pieno di Spirito del Signore. AvrĂ  lo Spirito di sapienza e discernimento, consiglio e fortezza, scienza e timore di Dio. EserciterĂ  la giustizia per i poveri (Is 11,1 ss). Poi profetizza un cambiamento della relazione tra specie selvagge diverse e anche con i fanciulli.Questo sarĂ  il segnale di una conversione profonda nel mondo. Avremo un mondo di pace nella ricerca di Cristo. Questa conversione si realizza a partire dalle nostre scelte fondamentali che si rafforzano con i sacramenti per giudicare bene i valori terreni: “nella partecipazione all’eucaristia, ci insegni a giudicare con sapienza i valori terreni e a mettere la nostra speranza nei beni eterni” (dopo-comunione). Non basta solo aspettare, è necessario cambiare i valori e sapere vedere il Regno di Dio tra noi che arriva anche attraverso i comportamenti coerenti di conversione e arriva fino alle strutture sociali. Fuggire dal mondo è cedere spazio al male.

Accoglietevi come Gesu’

San Paolo ci offre il terzo momento molto concreto: “Dio vi dia la grazia dell’armonia e della concordia gli uni gli altri. Per questo accoglietevi gli uni gli altri come Cristo ha accolto voi” (Rm 15,5). Ogni cambiamento deve cominciare nel cuore rivolto verso gli altri. L’accoglienza produce nei cristiani un solo cuore e una sola voce (6). La conversione condurrĂ  sempre piĂą verso il prossimo. GesĂą  non ha predicato una vita spirituale disincarnata. Sempre incarnato, vuole che la sua chiesa sia anch’essa incarnata. Questo modo di vivere  non ci porta a svalutare il lavoro terreno ma ad apprendere a giudicare con sapienza i valori terreni mettendo la nostra speranza nei beni eterni (dopo-comunione). Una spiritualitĂ  intimista non viene da Giovanni Battista, non da GesĂą nĂ© da San Paolo.

Letture Is.11,1-10;Sal 71; Rom. 15,4-9;Matteo 3,1-12





 
© Copyright 2022/2023 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner