Home Maria Mese Mariano Settimo Giorno
Settimo Giorno

 

 

 

 

 

 

SETTIMO GIORNO

 

§ - Maria esente da concupiscenza e da qualsiasi peccato personale

 

Se la concupiscenza, come appetito sensitivo ribelle alla retta ragione, è una conseguenza del peccato originale, dobbiamo accettare la comune sentenza dei teologi, secondo i quali Maria ne restò immune (DS 1515).


E‚Äô di fede che Maria, pur essendo radicalmente peccabile, come ogni altra creatura, tuttavia per un particolare privilegio di Dio, rest√≤ monda da ogni effettivo peccato, anche veniale. E‚Äô un corollario di quanto √® stato sottolineato intorno alla straordinaria santit√† della Vergine quale MADRE DI DIO: il peccato personale (grave o leggero che sia) contamina pi√Ļ di quello originale. ‚ÄúMaria per la grazia di Dio, √® rimasta pura da ogni peccato personale durante tutta la sua esistenza‚ÄĚ (Cat. 493).

 

Infine, se la perfezione morale di Maria deriva dalla sua dignit√† di Madre di Dio, e se Dio non pu√≤ amare, onorare e arricchire nessuno come e quanto sua Madre, √® innegabile che la santit√† di Maria √® unica e ineguagliabile, talmente da trascendere quella di ogni altra creatura, umana ed angelica (Conc.Vat.II ‚Äď LG 53; S.Th III, q.27 a.5; q7 a.10)

 

 
© Copyright 2021/2022 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma