Home Maria Mese Mariano Diciassettesimo Giorno
Diciassettesimo Giorno
 
 
 
Universale dispensatrice di grazie
 
E' verità insegnata dal Magistero universale ordinario. Non può non essere dispensatrice di grazie, ossia tesoriera di Dio, Colei che, generando il Cristo ha donato al mondo la stessa Fonte di tutti i favori e, immolandosi misticamente sotto la croce, è partecipe dei meriti del Redentore come nessun'altra creatura. Maria è veramente tanto grande e la sua intercessione è così valida che chi vuol grazia e a Lei non ricorre, "sua disianza vuol volar senz'ali" (Dante, Paradiso, c. 33, 13 s).
Tutto risponde ad una positiva volontà di Dio, che intende onorare sua madre facendole esercitare la sua misericordia con tutti i redenti.
La riflessione teologica rileva che la sua capacit√† di ottenere e di dare deriva dalla sua perfetta adesione ai disegni del Padre, che, nel Cristo, vuole e concede tutto il vero bene delle creature. Vale a dire: la sua mediazione-implorante, per la quale tutto riceve per tutto dispensare, dipende da quella sua eccelsa unione d'amore con Lui per il Figlio, che si risolve nella pi√Ļ inesauribile solidariet√† con la famiglia umana.
Il medesimo, per analogia, deve ripetersi della virt√Ļ d'intercessione dei Santi, che ottengono per i loro devoti tutto e solo quel che essi chiedono in armonia coi decreti della Provvidenza che conosce ed ama ciascuno infinitamente pi√Ļ di quanto ciascuno possa conoscere ed amare se stesso.
L'accettazione di questi decreti è l'unico segreto dell'efficacia della preghiera, la chiave interpretativa della potenza di Maria e dei santi, contro ogni pratica superstiziosa.

 
 
 
© Copyright 2021/2022 - EssereCristiani.com - Tutti i diritti riservati
Realizzazione CMS

Banner
Musica di sottofondo estratta da "Deus Caritas Est" Composta e Prodotta da Roberto Bonaventura
Creazione Siti Web - Realizzazione Siti Web Roma